Seleziona una pagina

Regione Lazio – POR FESR 2014-2020

Atelier ABC –  Arte Cultura e Bellezza

Atelier “Museo Abitato – Mercati di Traiano”

MIZAR Srl “Progetto: “Rivivere la storia dei luoghi”

Obiettivo

Fornire ai visitatori strumenti che rendano la visita al Museo dei Mercati di Traiano ancor più coinvolgente e consapevole.

Per far vivere al visitatore un’esperienza educativa, emozionale e coinvolgente, che gli fornisca strumenti per comprendere pienamente l’importanza, la storia e l’evoluzione del luogo.

Le installazioni saranno a disposizione del pubblico a partire dalla fine dell’anno 2019 presso la sede del Museo dei Fori Imperiali – Mercato di Traiano in Roma.

Orientarsi nel tempo

Orientarsi nello spazio

Destinatari e obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è la realizzazione di strumenti efficaci per migliorare la fruizione e la valorizzazione di Musei ed Aree Archeologiche.

Questo obiettivo si realizzerà attraverso la creazione di nuovi strumenti interattivi ed educativi, in grado di fornire ai visitatori non solo una maggiore comprensione dei luoghi, ma anche un’esperienza emozionante e coinvolgente.
I destinatari del progetto sono i visitatori di Musei e Aree Archeologiche, e nello specifico, i visitatori del Museo dei Mercati di Traiano. Infatti, il progetto è pensato proprio come strumento di fruizione per il grande pubblico e quindi sarà dedicato al pubblico delle famiglie, dei turisti e al mondo della scuola.

Azioni

L’intervento proposto per l’Atelier “Museo Abitato – Mercati di Traiano” trova una profonda coerenza sia con gli obiettivi dell’avviso generale sia con quelli dell’Atelier di riferimento.

Il progetto, infatti, si inquadra perfettamente nell’ottica dello storytelling dei beni culturali e della creazione di un museo sociale, virtuale e partecipativo, perché le installazioni proposte serviranno a creare una narrazione che educhi, affascini ed emozioni il visitatore e migliori la fruizione complessiva del museo.

Nel progetto verranno utilizzate due tipologie di exhibit differenti. In particolare verranno installati due “Holoplastici” e quattro apparecchi “SulReale”, creati appositamente.

 

“HOLOPLASTICI”

Ciò che proponiamo è innovare i plastici di una volta e dargli vita grazie alla tecnologia, fondendoli con i modelli 3D e dando vita agli “Holoplastici”. La tecnologia sviluppata sotto il nome di “Holoplastico”, rende possibile sovrapporre ad un plastico, all’occhio del visitatore, filmati con rappresentazione di modelli tridimensionali. Si realizzeranno due Holoplastici di grande accuratezza, dotati di un meccanismo elettromeccanico che ne permetterà il movimento per consentire ai visitatori di vederli muoversi. Il primo plastico si riferirà alla situazione attuale dell’edificio ed il secondo al tempo della Roma imperiale.

Il tutto sarà accompagnato da un audio sincronizzato (disponibile inizialmente in due lingue), che racconterà e illustrerà le storie, gli edifici e il susseguirsi degli eventi che hanno coinvolto il luogo in questione. La narrazione e le animazioni filmate avranno una durata di 8 minuti ciascuna.

 

“SULREALE”

Il prodotto “SulReale” è un nuovo tipo di visore binoculare, corredato da un software che può sovrapporre, alla visione dell’oggetto reale, delle immagini virtuali stereoscopiche, che completano la comunicazione multimediale, mostrando una realtà virtuale letteralmente “sul reale”, corrispondente a ciò che si vuole mostrare all’utilizzatore.

Questi apparecchi sono particolarmente adatti ad integrare presente e passato, tema dell’allestimento che la Mizar intende realizzare. Sarà infatti possibile osservare con i propri occhi, senza uno schermo di fronte, alcuni reperti specifici, in tutto il loro splendore, durante l’epoca Imperiale, partendo da ciò che ne resta oggi.